Periferie dell’infinito

Periferie dell’infinito è una performance di letture, musica e immagini mescolate attraverso un percorso immaginario che passa per le contraddizioni di un presente in cui tutti non sono uguali e nessuno è innocente. Religione, socialità, alienazione, vita, morte, stazioni immaginarie dell’universo di ogni essere umano, passeggero senza bagaglio nel viaggio quotidiano al centro di se stesso, confuso nella marginalità di un infinito che non gli appartiene e gli é impossibile comprendere.
Lo spettacolo, diviso in 2 parti, comprende una sezione di natura teatrale, articolata attraverso l’utilizzo di proiezioni in accordo con la voce narrante e una di carattere più specificatamente musicale, composta da materiale estratto dalla produzione discografica originale dei Dorian Gray.
Reading performance di e con Davide Catinari
Musiche originali eseguite da Samuele Dessì e Nico Meloni
Durata spettacolo 45 minuti